sviluppo siti web con CMS , WordPress, Joomla, Drupal - Diple web agency parma

CMS: cos’è, come utilizzarlo e quale scegliere

CMS, Content Management System,

è un sistema di gestione che consente di caricare e gestire i contenuti, l’estetica e le funzionalità utili allo sviluppo di un sito web. Indipendentemente dalla dimensione, o dal tipo di business, il CMS rappresenta uno strumento praticamente indispensabile.

CMS: ECCO PERCHE’ E’ IMPORTANTE

La forza del CMS è quella di permettere agli amministratori del sito di mantenere un approccio più funzionale alla tecnologia e meno legato alla programmazione. Pertanto, disponendo di una certa varietà di temi compatibili e di plug-in già sviluppati, è possibile implementare facilmente funzionalità interessanti per il proprio sito web, al fine di generare portali più vicini all’utente finale e con una miglior predisposizione verso tecnologie complementari (social, office application, etc.).

 

Nel caso in cui si disponga di competenze o risorse interne in grado di sviluppare software, la maggior parte del CMS, essendo open source, può essere personalizzato a seconda delle proprie esigenze.

 

Ecco alcuni esempi di come un CMS può migliorare l’approccio allo sviluppo strategico della comunicazione web:

 

  • Ristorantiusare un CMS rende facile per i ristoratori aggiungere e aggiornare i loro menu, creare coupon e offerte, oltre ad offrire ai clienti l’opportunità di effettuare prenotazioni online. Ci sono molti plug-in specifici per siti web nell’ambito della ristorazione;

 

  • E-Commerce: utilizzare un CMS per lo sviluppo di un negozio online, consente di gestire con facilità il proprio catalogo prodotti. Esistono plug-in per ottimizzare i processi di vendita, per integrare sistemi gestionali e vendere attraverso diversi canali;

 

  • PMI:indipendentemente dal tipo di attività svolta e dal business in cui si opera, un sito web è oggi una necessità imprescindibile. Un CMS consente di gestire e aggiornare con semplicità i contenuti e le informazioni. La maggior parte dei CMS dispone di plug-in per la SEO utili ad ottimizzare il contenuto del sito web, affinché ciò che viene pubblicato, “parli” al meglio con i motori di ricerca. È inoltre possibile trovare modelli e temi per creare rapidamente un sito web di impatto, senza necessariamente disporre di sviluppatori web;

 

  • Onlus e NoProfit:l’utilizzo di un CMS consente anche ad organizzazioni NoProfit di gestire con semplicità il sito web senza particolari investimenti. Inoltre, grazie all’esistenza specifici plug-in è possibile ricevere donazioni on-line;

 

  • Liberi Professionisti: attraverso l’implementazione di un CMS è possibile generare un canale di comunicazione in grado di portare autorevolezza al professionista nella sua materia di competenza, condividendola online e posizionando i suoi contenuti grazie ad un’ottimizzazione della piattaforma, attraverso la configurazione dit plug-in per la SEO e per i Social.

CMS: OPEN SOURCE VS CLOSED SOURCE

 

La grande diffusione dei sistemi Open Source è dovuta alla gratuità di tali piattaforme. L’elevata varietà di proposte ha creato community di sviluppatori a supporto di tali piattaforme, mentre altre strutture private si sono concentrate sulla realizzazione di sistemi di gestione dei contenuti a pagamento.

Quindi possiamo dire che il mondo dei CMS si divide in due grandi categorie: quello dell’open source e quello del closed source. Il primo ha costi inferiori e viene creato e mantenuto da una comunità di sviluppatori; il secondo è uno strumento di proprietà, quindi più costoso da implementare e da utilizzare in quanto sottoposto a licenza onerosa.

 

CMS OPEN SOURCE: PRO E CONTRO

 

  • Vantaggi di CostoNon sono previsti costi di acquisto e utilizzo della piattaforma. Gli unici costi riguardano i servizi di hosting o servizi avanzati di sviluppo quando diventa necessario l’intervento di un esperto;

 

  • Personalizzazione:I CMS open source sono flessibili, costantemente aggiornati e implementabili attraverso plug-in studiati per questo tipo di piattaforme.

 

  • Vulnerabilità:Ogni software open source, e quindi anche i CMS, può essere vulnerabile in fatto di sicurezza, soprattutto nel caso di plug-in e moduli non aggiornati.

 

  • Supporto:Non si può contare su un supporto personalizzato per eventuali problemi in fase di esecuzione o sviluppo del sito.

 

 CMS CLOSED SOURCE: PRO E CONTRO

 

  • Sicurezza: Poiché si tratta di software proprietario, parliamo di applicazioni sottoposte a test rigorosi, con un ridotto numero di vulnerabilità o falle di sicurezza.

 

  • Supporto personalizzato: È possibile ricevere un supporto personalizzato per la risoluzione dei problemi sebbene questa attività preveda costi extra.

 

  • Costo: I costi variano in funzione a struttura e dimensioni del CMS scelto.

 

  • Mancanza di flessibilità: Le soluzioni closed source, sebbene proposte in più versioni, presentano comunque un numero inferiore di varianti ed una ridotta possibilità di personalizzazione,. Inoltre, la necessità di lavorare su specifiche specifiche sarà da prevedere come costo extra.

 

Definite le caratteristiche di base, ecco alcune delle piattaforme più diffuse. Abbiamo voluto tralasciare quelle destinate allo sviluppo di negozi online perché dedicheremo appositamente un articolo alla loro trattazione.

Le piattaforme proposte sono state prese in considerazione in base alla loro diffusione, alla semplicità di utilizzo nell’inserimento di contenuti, per l’elevato grado di personalizzazione –  grazie alla presenza di plug-in sui rispettivi market place o, più in generale, online – nonché grazie alla possibilità di profilazione degli utenti, alla facilitazione nel caricamento dei contenuti, alla gestione della sicurezza e alla possibilità di agganciare al sito web un sistema di e-commerce.

 

E’ importante sottolineare che la scelta di un CMS deve essere sempre fatta valutando non solo i pro e i contro delle diverse piattaforme, ma anche e soprattutto in base alle finalità specifiche del sito web sul quale si va a lavorare. Per questo, affidarsi a professionisti può fare la differenza in tema di efficacia, tempo e costi: in altre parole, rivolgersi ad una web agency con esperienza garantisce che la scelta del CMS da utilizzare non venga effettuata in base a tendenze del momento in ambito software, bensì in termini di efficienza, usabilità e possibilità di gestione, con un occhio attento a seconda delle diverse necessità.
Le piattaforme di CMS più diffuse per lo sviluppo di siti aziendali attualmente sono WordPress, Joomla e Drupal, potremmo parlare di tanti altri ma questi 3 sono quelli più diffusi, sopratutto WordPress è la piattaforma che ha preso la maggior quota di mercato con circa il 30% di siti realizzati con questo CMS.

Una nota aggiuntiva su cui scriveremo un articolo dedicato è la differenza tra WordPress.com e WordPress.org, il primo è un servizio on-line offerto dagli stessi sviluppatori di WordPress dove è possibile creare un sito web utilizzando però temi e plugin precaricati e non è possibile aggiungere null’altro. WordPress.org è invece la versione installabile sul proprio scelta dell’hosting dove sarà possibile poi customizzarlo al 100% installando plugin e temi di ogni tipo oppure sviluppare ad hoc sia la parte grafica che di funzionalità.

Se ti è piaciuto il nostro articolo e vuoi rimanere sempre aggiornato sul mondo web e digital

Iscriviti alla newsletter

redazione