la verità sulle Fake News: ecco cosa sono e come riconoscerle - diple web agency parma

Parliamo di Fake News: cosa sono e come riconoscerle

Negli ultimi giorni, complici i fatti di attualità e politica, si sente sempre più parlare di Fake News. Ma il problema legato alle Fake News non è comparso in questo periodo. Come in molti altri casi, il mezzo web e l’avvento dei social ha amplificato un fenomeno che aveva già una sua vita propria.

Parlare genericamente di Fake News però non è corretto, serve fare chiarezza su una tematica che, oggi, sta diventando sempre più importante.

Quindi, vediamo insieme cosa sono le Fake News e come riconoscerle per non farsi imbrogliare.

COSA SONO LE FAKE NEWS

Letteralmente significa “notizie false”, ovvero indicano quelle fonti che “inventano del tutto le informazioni, disseminano contenuti ingannevoli, distorcono in maniera esagerata le notizie vere”, come spiega Melissa Zimdars, docente di comunicazione al Merrimack College, promotrice del progetto OpenSources, nato per mappare in maniera le “fonti false, ingannevoli, clickbait o satiriche”.

COSA E’ CAMBIATO RISPETTO AL PASSATO

Come già anticipato, le notizie fasulle esistono dalla notte dei tempi ed è difficile stabilirne il periodo di inizio. La situazione attuale, però, si presenta differente proprio in virtù dell’avvento della rete che non solo fa da cassa di risonanza nella diffusione di notizie, ma mette tutti nella condizione di pubblicare, postare e “dire la propria”. Capita che informazioni distorte vengano create ad hoc per portare danno, per influenzare l’opinione pubblica o i consumatori, dando vita ad una realtà e storicità irreale che viaggia sul web.

Un elemento significativo nel panorama di questo fenomeno è l’azione svolta da Facebook e Google News che impaginano le notizie in modo omogeneo, senza differenziare gli aggiornamenti che arrivano da testate note e qualificate, rispetto a fonti più o meno sconosciute. Ciò porta a mettere in risalto la singola notizia, spesso formata da titoloni sensazionalistici, e non i canali da cui provengono.

ATTENZIONE

Per non sbagliare o confondersi, è bene ricordare che c’è una netta distinzione tra “Notizia falsa” e “notizia sbagliata”. Può succedere che le testate pubblichino articoli contenenti concetti e informazioni che poi si rivelano errati: in questo caso non sono frutto di un pensiero preciso o della volontà di “imbrogliare”. Talvolta, i media si preoccupano di rimediare con smentite, ammissioni di responsabilità e pubblicazione della notizia corretta.

fake news - Diple Web Agency Parma
COME RICONOSCERE LE FAKE NEWS

Ci sono 6 passaggi che possono aiutare nel riconoscimento di una fake news:

  • Leggere la pagina “Chi Siamo”: diversi siti che diffondono “fake news” hanno un avviso in cui indicano che si tratta di un portale di satira;
  • Controllare l’URL: può capitare che il sito in cui ci siamo imbattuti sia una copia di un portale famoso;
  • Attenzione alle dichiarazioni: se provengono da una persona nota, selezionare la frase e cercare su Google;
  • Ricerca inversa per immagini su Google: in altre parole, andate su Google, caricate l’immagine sospetta e cercate di capire se è stata pubblicata da qualche altra parte;
  • Seguire il link: per controllare che porti realmente alla fonte della notizia;
  • Valutare con calma: significa che le notizie eccessivamente sensazionalistiche spesso possono non essere reali.

Fateci sapere cosa ne pensate nella nostra pagina Facebook e LinkedIn !

Se vuoi ricevere sempre aggiornato sul mondo web e digital

Iscriviti alla newsletter

redazione